1 December 2020

Magazine indipendente sui motori

Magazine indipendente sui motori

Tesla, l’azienda di Elon Musk, è la compagnia che meglio ha retto la crisi che il mondo auto sta vivendo.

La compagnia, dedicata all’innovazione e alle auto elettriche, è riuscita a migliorare gli utili, tagliando sui costi di produzione e, mentre il suo valore supera quello di Toyota, portandola a diventare la casa di produzione auto dal maggior valore di mercato, Tesla sembra pronta a diventare uno dei brand principali del mercato.

Presto, il nome di Tesla, potrebbe essere affiancato a quello dei brand storici, che potrebbero addirittura perdere posizioni.

La conferma di questo andamento che sembra premiare le aziende native elettriche, è la richiesta di Tesla di aumentare la produzione di batteria per una crescita di domanda.

Mentre il mondo auto si trova in profonda crisi, con la domanda praticamente dimezzata, Tesla cresce, necessitando addirittura una maggiore produzione.

LG Chem sarebbe pronta a convertire alcuni impianti in Corea del Sud, solo per produrre le batterie di Musk; un successo incredibile quello di Tesla che potrebbe davvero diventare l’auto del futuro.

Una novità interessante, che conferma quanto visto con Pasnasonic. 

La società coreana fabbrica infatti accumulatori destinati alle vetture di Elon Musk nello stabilimento di Nanchino, in Cina.

Tesla ha infatti concluso un nuovo accordo con Panasonic, dimostrando una enorme necessità di batterie elettriche.

Mentre il mondo auto si trova in una situazione complessa, con una crisi mai vista prima, sembra proprio che Tesla si prepari invece al suo periodo di maggiore successo.

Il segreto starebbe nel taglio dei costi di produzione, che ha permesso alla compagnia di gestire meglio i profitti e che potrebbe portare, in futuro, a un taglio di prezzo degli stessi veicoli.

Violando tutte le regole di gestione, e andando avanti per la sua strada, Elon Musk entra così nella storia dei motori (elettrici), e scrive la storia del mondo auto che verrà.

Auto straniere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra Newsletter

Privacy Policy