18 November 2017

Magazine indipendente sui motori

Magazine indipendente sui motori
Chevrolet Camaro

Gli Stati Uniti sono sempre stati un’avanguardia in fatto di automobili, fin dalla loro nascita, passando per la sua diffusione di massa grazie ad Henry Ford. Sebbene sia vero che Ford non abbia inventato la prima automobile, infatti, è comunque colui che l’ha resa un fenomeno di massa abbattendo i costi e rendendola economicamente appetibile al ceto medio.

A partire dalla commercializzazione della Ford Model T, questa casa automobilistica divenne il punto di riferimento dell’industria automobilistica, nonché quella che dettava il passo.

Ma perché parliamo di Ford in un articolo dedicato ad una Chevrolet?

Perché la Ford, soprattutto dopo la guerra, diventò ciò che tutte le case automobilistiche volevano diventare.

Sebbene molti costruttori abbiano provato ad insidiare il suo primato, non tutti hanno avuto successo. L’unica casa automobilistica che riuscì nell’impresa di raggiungere un pari livello e diventare leader del settore fu la Chevrolet, in particolare con un modello, la Camaro, concepito esclusivamente per contrapporsi alla Ford Mustang.

La sua prima versione fu lanciata infatti nel 1967, in diverse motorizzazioni, che variavano dal sei cilindri in linea al V8, con cilindrate che spaziavano dai 3.8 litri ai 6.5 per un totale di venti versioni.

La configurazione era come quella della Mustang: motore avanti e trazione posteriore.

La versione più popolare fu la Z28, che aveva un motore V8 da 290 cavalli, in grado di produrre un’accelerazione da 0 a 100 di soli 7,5 secondi, percorrere un quarto di miglio in 15 secondi e arrivare ad una velocità massima di 210 km/h.

Quella più potente, invece, fu la ZL1, la quale fu prodotta in soli 69 esemplari, poiché essa era in realtà un’auto destinata alle competizioni di drag-racing, il cui regolamento prevede, appunto che l’auto sia stata prodotta in un numero minimo di esemplari destinati alla vendita.

Successive al 1967, ci sono state altre cinque generazioni, di cui la sesta, la più recente, è stata lanciata nel 2016.

Auto straniere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *