24 September 2017

Magazine indipendente sui motori

Magazine indipendente sui motori
Ford GT40

La Ford GT40 è stata una famosa auto sportiva prodotta dalla Ford dal 1964 al 1969. Fu pensata esclusivamente come rivale della Ferrari nelle gare di lunga durata, e in parte riuscì nello scopo, poiché vinse per quattro volte di seguito, dal 1966 al 1969, la 24 Ore di Le Mans.

Henry Ford II, il presidente della Ford, era sempre stato convinto del grande potere pubblicitario insito nello sport, dunque vedeva le corse come un modo per pubblicizzare le sue auto e vendere di più, ma solo all’inizio degli anni ’60 decise che la Ford avrebbe gareggiato assieme alle altre auto della sua stessa categoria.

Pertanto nel 1962 dapprima appoggiò la scuderia di Carroll Shelby nelle gare statunitensi, e scontrandosi anche con la Scuderia Ferrari nelle gare per il titolo mondiale per veicoli sportivi ebbe modo di conoscere la squadra e notando quanto fossero vincenti, pur essendo una piccola azienda, e di quanto fosse ampio il favore della stampa e delle folle, ne restò affascinato.

Arrivare al livello della Ferrari, tuttavia, richiedeva molto tempo e ingenti costi, così su suggerimento di uno degli alti dirigenti della casa americana, l’italoamericano Lee Iacocca, decise di tentare di acquistare la piccola casa italiana e farne il “reparto corse” della Ford ma, dopo l’interruzione della trattativa avvenuta nel maggio 1963 dovuta al mancato raggiungimento di un accordo con Enzo Ferrari riguardo i poteri decisionali, decise di mettere in gara una propria vettura.

Venne creata una piccola succursale in Inghilterra, la Ford Advanced Vehicles, con sede a Slough. Si cominciò anche a trattare con la John Cooper Works, la Lola e la Lotus. La Cooper non aveva maturato esperienze nelle corse Gran Turismo. Inoltre in quel periodo le sue prestazioni in Formula 1 stavano calando. Per questo fu scelta la proposta della Lola.

Ad effettuare i test furono Carroll Smith e Carroll Shelby che preferirono il progetto di Eric Broadley che puntava all’adozione di un motore V8.

La Ford lavorò con la Lola e alla fine ne risultò una vettura che venne denominata GT40. Il resto della storia, lo conosciamo tutti.

Auto sportive

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *