25 May 2020

Magazine indipendente sui motori

Magazine indipendente sui motori

Come sempre, dicembre diventa il momento per tirare le somme di vari settori, tra cui quello auto.

Proprio il settore delle quattro ruote vede una serie di novità che sembrano dare maggiore speranza per il 2020.

A quanto pare infatti, auto elettriche e ibride sono diventate un vero e proprio trend, capace di trainare il mercato e di generare utili importanti.

Si inizia a far sentire il settore elettrico che sembra la vera e propria tendenza del futuro e che porterà, con il passare del tempo, alla comparsa di distributori elettrici al momento poco presenti sul territorio.

Vanno molto bene anche le ibride, dedicate a tutti coloro che non sono ancora convinti del salto elettrico e preferiscono un mezzo che gli permetta di scegliere la fonte di alimentazione del motore.

Le auto elettriche non hanno ancora fatto l’atteso boom, nonostante la crescita sia addirittura rel 40% su base mensile e del 30% su base annua.

Il posto delle elettriche viene mantenuto per il momento dalle auto ibride; proprio in questo senso possiamo vedere chiaramente la direzione che sta prendendo il mercato.

Nei prossimi anni le auto elettriche potrebbero diventare lo standard automobilistico con relativo cambio totale delle infrastrutture, basti pensare a come, i normali distributori, potrebbero diventare obsoleti.

Un mercato che cambia quello auto e che muove passi da gigante nonostante un certo rallentamento negli ultimi anni.

Se pensiamo alle origini di questo settore, alle prime auto e ai pionieri di cui vi parliamo spesso su Auto 1900, l’idea di un futuro così complesso, smart ed elettrificato mostra una storia lunghissima, ancora tutta da scrivere.

Quella delle elettriche sarà la prima vera rivoluzione per un settore relativamente giovane, staremo a vedere quale sarà il futuro delle quattro ruote e quali cambiamenti ci attenderanno nei prossimi venti o trent’anni.

Nel frattempo il salto dalle ibride alle elettriche sembra inevitabile.

Auto straniere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra Newsletter

Privacy Policy