18 August 2019

Magazine indipendente sui motori

Magazine indipendente sui motori

Il mercato auto europeo in forte calo nel mese di giugno.

Una depressione economica che danneggia fortemente le aziende che producono auto e mette in guardia per la seconda metà del 2019.

Nei 28 Paesi Ue sono state immatricolate solo 1.491.289 vetture, il 7,9% in meno rispetto al2018.

Un calo enorme che si unisce alla tendenza generale dei mesi precedenti.

Il calo è stimato tra il 3 e il 4% e potrebbe incidere notevolmente sulla salute del mercato auto.

Molto male anche FCA dove si registra un calo del 13,5%.

Il gruppo Fca ha immatricolato nel mese di giugno 90.249 auto.

Una tendenza davvero difficile da gestire, alla quale nemmeno il mercato elettrico sembra porre rimedio.

Il mercato delle auto vive quindi un momento difficile.

Un calo che potrebbe travolgere anche gli altri settori connessi.
Crescono a sorpresa le immatricolazione in Germania (+1,7% nel semestre) e in Polonia (+40,4% nel mese e +11,7% nel semestre).

Molto bene va invece Jeep che cresce del 1,5% a giugno e del 9% in Italia.

In generale per il mercato dell’automobile sembra vivere un periodo di stagnazione.

Non sarà semplice uscire da una situazione del genere, in particolar modo di fronte all’assenza di mezzi particolarmente innovativi e alla mancanza di una vera e propria rivoluzione sui consumi e in generale sull’approvvigionamento di energia.

Le auto elettriche infatti, spostano a valle il problema, dal momento che l’elettricità viene comunque prodotta utilizzando il petrolio.

Un controsenso che non premia quella che doveva essere la rivoluzione ecologica del mondo auto, e che di conseguenza affossa un mercato difficile da gestire.

La speranza è che, nei prossimi anni, nuove tecnologie vadano a sostituire i vecchi carburanti, portando finalmente una ventata d’aria fresca nel mondo auto e spingendo un ritorno del grande mercato delle automobili.

Per il momento il crollo è evidente, staremo a vedere se nei prossimi mesi assisteremo a una ripresa.

Auto straniere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra Newsletter

Privacy Policy