30 October 2020

Magazine indipendente sui motori

Magazine indipendente sui motori

Audi, ha annunciato una serie di modifiche al tariffario per la ricarica della e-tron, primo modello elettrico per la compagnia.

In questo caso, si parla nello specifico del rifornimento attraverso la rete ultrarapida (con potenza a 150 kW).

Utilizzando la tessera e-tron Charging Service, che verrà fornita a chi acquisterà il Suv a batteria, si pagheranno 31 centesimi di euro al chilowattora invece di 79 aderendo piano Transit.

Si tratta di una interessante promozione che mostra come, le grandi compagnie, stiano spingendo alla diffusione dei nuovi motori, tecnologie che hanno colto piuttosto impreparati i grandi brand, lasciando in certi casi spazio a nuove realtà.

I punti di ricarica in Europa sono più di 135 mila, e permettono di utilizzare la tessera e il contratto unico per la ricarica dell’Audi.

La compagnia punta a proporre due piani tariffari, City, per gli spostamenti urbani, e Transit per i lunghi spostamenti.

La rete è in espansione ed è destinata, per prima cosa a sostituire i classici distributori benzina che si attrezzeranno per la rivoluzione elettrica, dall’altro a crescere per garantire ricariche rapide a tutti quegli utenti che passeranno lentamente al motore elettrico.

Oggi, in Italia, troviamo una serie di stazioni Ionity operative a Foiano della Chiana (AR), a Carpi (MO), al Brennero (BZ) e a Brugnato (SP) lungo la A12 Genova-Pisa.

Un numero davvero ridotto destinato, per forza di cose a crescere.

In ritardo rispetto alla concorrenza, anche Audi presenta così il suo piano elettrico, tra nuovi mezzi e sistemi di ricarica destinati a caratterizzare i prossimi anni.

La rivoluzione dei motori elettrici, porterà a grandi novità sul mercato.

Si tratta infatti di una intera infrastruttura che dovrà aggiornarsi e adattarsi a una novità in grado di cambiare ogni cosa, sia dal lato delle riparazioni auto, che degli stessi prodotti, accessori e sistemi di ricarica.

Non ci resta che attendere le novità da parte di case automobilistiche e degli stessi stati.

Auto sportive

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra Newsletter

Privacy Policy