15 December 2017

Magazine indipendente sui motori

Magazine indipendente sui motori
car sharing

Un buon metodo per aiutare l’ambiente e che può far risparmiare è il Car Sharing, cioè la condivisione tra
cittadini dell’uso di un’automobile. Ma andiamo a vedere bene come funziona.

COS’È IL CAR SHARING

Car Sharing dall’inglese significa ”condividere un’auto” . È un servizio che permette di utilizzare un
veicolo precedentemente prenotato dagli utenti, per un breve periodo di tempo (minuti o ore), pagando
per l’utilizzo effettuato.
Il Car Sharing è stato creato all’interno di azioni di mobilità sostenibile, per superare l’idea del ”possesso”
del mezzo, e arrivare all’uso stesso, così da consentire la rinuncia all’auto di proprietà, passando
dall’ambito dei beni di consumo a quello dei servizi.
Il Car Sharing è un servizio commerciale erogato da aziende pubbliche o private, spesso con l’appoggio di
associazioni ambientali ed enti locali.

COME FUNZIONA IL CAR SHARING

Il servizio di Car Sharing funziona con una serie di programmi distinti in quattro tipi di condivisione, e
sono:
1. ROUND TRIP
Sistema con stazioni fisse di presa e riconsegna dell'auto
2. ONE WAY
Sistema a flusso libero
3. PEER TO PEER
Condivisione di veicoli privati
4. PROPRIETA’ FRAZIONATA

– Nel ROUND TRIP gli utenti iniziano e finiscono il loro viaggio nello stesso parcheggio, pagando per
l’ora, il chilometraggio o entrambe.
– Nell’ONE WAY l’utente inizia e termina il viaggio in posizioni diverse, all’interno di un’area definita o
di parcheggi designati.
– Nel PEER TO PEER si condividono auto private o affittate, simile al Round Trip, per sistema di
noleggio e pagamento.
– Nella PROPRIETA’FRAZIONATA si consente agli utenti di co-possedere un auto e condividerne i
costi e l’uso.

COSA DIFFERENZIA IL CAR SHARING DAL NOLEGGIO TRADIZIONALE

Vediamo quali sono i punti che differenziano un noleggio di auto tradizionale da un Car Sharing:
– L’accesso al servizio non è limitato al tempo di apertura degli uffici
– La prenotazione, l’attivazione e la consegna, sono attuate in modo autonomo dall’utente.
– Le auto possono essere noleggiate anche per minuti, ore o giorni interi.
– Chi usa i mezzi è iscritto al servizio ed è autorizzato.
– La posizione dei veicoli è distribuita nell’area di uso del servizio.

– Il costo del carburante è compreso nel prezzo.
– Le auto sono sottoposte a pulizia e verifiche dopo ogni noleggio.

CAR SHARING IN ITALIA

Dal 2001 è sato avviato il primo progetto si servizio Car Sharing in Italia, nella città di Milano da
Legaambiente. Nel 2006 la società Car Sharing Srl ha aderito al circuito nazionale ICS, gestito da enti
locali. Ogni abbonato al servizio di una delle città aderenti al circuito, può anche usufruire dei mezzi di
altre città. Aderiscono al servizio in Italia: Bologna, Brescia, Firenze, Genova, Savona, Milano, Padova,
Palermo, Parma, Roma, Torino, Venezia e delle province, di Bologna, Milano, Napoli e Rimini.

Auto italiane

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *